Gaetano Orazio

Gaetano Orazio

Gaetano Orazio è nato ad Angri (SA) nel 1954, si trasferisce a Brugherio con la famiglia giovanissimo e vi risiede fino alla fine degli anni ottanta, la campagna brugherese, le cave e le fabbriche sono le tematiche che accompagnano il suo percorso artistico.
Attualmente vive a Cremella, in provincia di Lecco.
La ricerca artistica di Gaetano Orazio si realizza, sin dagli esordi nei primi anni Ottanta, attraverso una relazione fisica con i luoghi della natura e della memoria, quest’ultima non intesa storicamente bensì ancestralmente. Memoria e Natura si fondono in tele orientate verso un realismo espressionista, sintesi perfetta di pittura e poesia, di vita e arte.
La produzione più recente trae ispirazione diretta dal microcosmo di un torrente che scorre accanto all’abbazia di S. Pietro al Monte presso Civate e che ha dato vita a numerosi cicli pittorici (Paesaggi interiori, Teschi e farfalle, Salamandre, Due respiri, Trovante) di cui l’ultimo è caratterizzato appunto dalla figura delle Pozze d’acqua. Accanto a questi l’artista svolge una riflessione sul tema della “Crocefissione” che sfocia nella grande Croce delle lacrime.
La sua attività espositiva inizia nel 1990. Numerose le personali e le partecipazioni a collettive in Italia e all’estero. Ha pubblicato diversi libri di poesia con prefazioni, tra gli altri, di Erri De Luca e di Maurizio Cucchi. Nel 2004 la trasmissione televisiva di Philippe Daverio, Passepartout, in onda su RAITRE, ha dedicato uno spazio riservato unicamente alla ricerca artistica di Gaetano Orazio.

Ha esposto alcune delle opere più significative allo spazioD nella mostra
tenuta dal 20 al 28 febbraio 2010.

Fonte: http://www.comune.brugherio.mb.it/